fr French
Mamounia, Royal Mansour, Fours Seasons… riapriranno i battenti a Marrakech

Mamounia, Royal Mansour, Fours Seasons… riapriranno i battenti a Marrakech

Tutti gli attori del turismo, pubblici e privati ​​e partner del Consiglio Regionale del Turismo (CRT) di Marrakech-Safi, hanno espresso il desiderio di "andare all'offensiva" per salvare la stagione invernale 2020/2021, che inizia con le vacanze di Ognissanti (inizio ottobre).

Questa decisione è stata presa, all'unanimità, dai professionisti del turismo della regione Marrakech-Safi durante una riunione di lavoro della CRT tenutasi venerdì scorso a Marrakech, ha detto un comunicato stampa di questo organismo professionale. I professionisti del turismo hanno così espresso questo desiderio comune di agire insieme, in perfetto coordinamento e simbiosi con tutti i funzionari eletti, le autorità locali e in particolare la wilaya della regione di Marrakech-Safi, per "una ripresa responsabile". Dal settore turistico, che si basa sulle 3 R, ovvero: "Riavvia, rilancia e reinventa", tiene a precisare la stessa fonte. "Si tratta di riavviare, riaprire e risolversi a convivere con il virus, che è un imperativo per riavviare l'ecosistema rispettando gesti di barriera e protocolli sanitari, ricollegandosi con partner internazionali per riconquistare le nostre quote di mercati e continuare ad agire insieme, compreso l'eliminazione delle restrizioni di viaggio e il ripristino della fiducia tra i viaggiatori ", si legge nella dichiarazione. Nel processo, il CRT ha sottolineato la necessità di reinventare e reinventare nuovi concetti, nuovi programmi e nuove offerte che siano più uniti, creativi, collaborativi e adattino il settore alle realtà future.

“Anche se la situazione economica e sanitaria internazionale è ancora incerta, stanno emergendo barlumi di speranza per i professionisti del settore turistico”, aggiunge la stessa fonte. Innanzitutto, l'attuazione del contratto-programma costituisce un grande traguardo per la salvaguardia dell'occupazione nei settori di attività turistica maggiormente colpiti e la continua mobilitazione affinché gli altri attori della catena del valore quali ristoranti turistici, artigianato, intrattenimento ed eventi… sono coperti anche, continua la stessa fonte. Un secondo segnale positivo riguarda le compagnie aeree che stanno gradualmente riprendendo (2 rotazioni settimanali attualmente e altre in studio a seconda dell'allentamento in particolare del periodo di validità della PCR per passare da 27 ore a 48 ore, l'eliminazione del test sierologico e / o revoca delle limitazioni di viaggio), nota.

A livello locale, va notato che la regione Marrakech-Safi ha rafforzato il proprio sistema sanitario e diverse compagnie turistiche si stanno schierando per riprendere le loro attività, prosegue il CRT, osservando che "sul lato ricettivo sono già una cinquantina le unità operativo nel rigoroso rispetto del protocollo sanitario richiesto, mentre nelle prossime settimane sono previste altre riaperture di grandi alberghi e palazzi; compreso il Royal Mansour, La Mamounia, il Fairmont e il Fours Seasons ”.

Sulla stessa scia riaprono anche musei, ristoranti e giardini, tra cui l'emblematico giardino Majorelle che riapre i battenti ai primi di ottobre e il 26 settembre è previsto un Open House, informa la stessa fonte. Per il brevissimo termine (ottobre / dicembre), e in collaborazione con l'Ufficio nazionale del turismo del Marocco (ONMT), verrà lanciata a breve una campagna di comunicazione che durerà fino alla fine del prossimo dicembre, ha affermato il CRT, specificando che questa campagna di comunicazione sarà trasmessa sui media, sui social network e sulla piattaforma visitmarrakech.

"Consapevoli della necessità di reinventarsi, i professionisti della regione lavorano da diversi mesi a un piano di accelerazione, adattato alla situazione, che segnerà una svolta decisiva nel nostro approccio al design, alla produzione e al mercato domanda sempre più innovativa e stimolante ”, sottolinea la stessa fonte.

In questo spirito, sono state progettate diverse nuove funzionalità e altre a venire per tema e per territorio come parte del piano di accelerazione 2021-2022, aggiunge il CRT.

In breve, è un piano globale per adattare le varie destinazioni nella regione, stimolare l'occupazione, incoraggiare l'innovazione e gli investimenti, ripensare un'industria dei viaggi e dell'ospitalità. più efficiente, più sostenibile e più inclusivo, conclude il comunicato stampa.

Fonte: lesiteinfo.com